CAPITOLO 3

TUTTO QUELLO CHE (FORSE) NON SAI SUL RECUPERO CREDITI STRAGIUDIZIALE

CAPITOLO 3: Il Recupero B2B – Commerciale (2)

Per avere un’ adeguato servizio, efficace ed efficiente, e senza esporre la committente a rischi inutili, ci si deve affidare a società di recupero serie, a loro volta remunerate in maniera coerente.

Uno studio di recupero crediti deve cercare sempre, rispettando le leggi in vigore, il pagamento degli interessi di mora e le spese sostenute per la riscossione, anche se non sempre è possibile; conseguentemente il costo per la gestione può essere trasferito almeno in parte, e come è giusto che sia, sulle spalle di chi lo ha generato.

Pertanto, è compito del credit manager dello studio che gestirà le pratiche definire i costi, in accordo con chi gli commissionerà il lavoro, stabilendo il fisso e la percentuale da riconoscere nel caso di positività del recupero. Si deve tenere conto di alcuni dettagli:

  • Un livello di costi per la committente che non sia tale da rendere preferibile la gestione in proprio dell’esazione crediti;
  • Definire la figura all’interno dell’azienda creditrice che comunicherà con lo studio contrattato e vice-versa: Questa sarà responsabile nel fornire tutte le informazioni di cui dispone per agevolare il lavoro di recupero, riducendo così i tempi (es. fatture,indirizzi alternativi, altre utenze telefoniche);
  • Lo studio deve avere all’interno un adeguato sistema informatizzato che permetta alla mandante di verificare lo stato di lavorazione delle pratiche affidate.

 

Dopo la lavorazione, e ancora in fase stragiudiziale, il gestore redige una relazione sull’attività svolta, utile specialmente se il risultato è negativo; questa risulta utile ad analizzare le prossime mosse (proseguire legalmente o meno) o per la deducibilità fiscale.

Ovviamente, se si è riusciti ad incassare il credito, lo stesso si mette a disposizione del cliente/committente.

Inoltre, e sempre nel caso di negatività, prima di proseguire con altre spese, lo studio deve obbligatoriamente fare un’ accurata indagine sulla situazione economica del debitore.