CAPITOLO 13

Azioni di difesa Giudiziaria:

 PRECETTO

 

Il Precetto è la formale intimazione di pagamento entro un termine prestabilito a partire dal giorno stesso della notifica che deve essere effettuata presso il domicilio del debitore.

 

Il precetto può essere attivato solo in determinati casi, nello specifico:

  • Crediti muniti di titolo esecutivo (es. Mutui Fondiari)
  • A seguito di Decreti Ingiuntivi definitivi, cioè decreti per i quali non è stata effettuata opposizione entro i 40 giorni previsti dalla legge.
  • Relativamente a Decreti Ingiuntivi con provvisoria esecutività che non è stata revocata in fase di opposizione a causa di una difesa carente o perché non difendibili.

 

Trascorso il termine prestabilito per il pagamento e unitamente al titolo esecutivo, l’istituto di credito può  procedere con la richiesta dell’azione forzata sul patrimonio del debitore, è pertanto fondamentale effettuare l’opposizione entro i termini prestabiliti dalla legge e cioè entro 20 giorni dalla notifica.

L’opposizione al precetto, contrariamente al decreto ingiuntivo che presenta una vasta scelta di irregolarità riscontrabili, potrà essere effettuata a seguito di perizia bancaria che attesti esclusivamente le seguenti anomalie:

  • Usura Pattizia
  • Indeterminatezza del tasso d’interesse

 

Anche se il numero di anomalie contestabili è ristretto consigliamo di effettuare la verifica dei rapporti bancari al fine di tutelare i vostri diritti ed evitare di pagare più di quanto sia realmente dovuto.