CAPITOLO 4

                                                                   Non solo usura..

Riguardo alle anomalie bancarie abbiamo precedentemente parlato dell’illecito che più ha colpito la nostra attenzione e cioè l’usura bancaria ma, non è l’unica anomalia che possiamo riscontrare analizzando i rapporti  con gli istituti di credito, in particolare per i contratti di mutuo è possibile individuare altre due irregolarità, poco conosciute eppure molto importanti:

 

  1. INDETERMINATEZZA DEL TASSO D’INTERESSE: nel contratto di mutuo gli interessi vengono determinati da apposite clausole dove viene indicato in maniera analitica il calcolo che verrà effettuato per la determinazione del tasso. Analizzando queste clausole si è potuto appurare, in determinati casi, come l’applicazione non sia univoca e cioè non vi sia un’unica possibile interpretazione ma occorre effettuare una scelta fra più alternative, ciascuna delle quali comporterebbe l’applicazione di un diverso tasso d’interesse.

Tali clausole sono considerate nulle per indeterminatezza o indeterminabilità del loro oggetto come regolato dall’art. 1346 c.c. “L’oggetto del contratto deve essere possibile, lecito, determinato o determinabile”.

L’indeterminatezza non comporta la nullità dell’intero contratto ma il ricalcolo degli interessi al tasso sostitutivo che può essere il Tasso Legale o il 117 TUB (Testo Unico Bancario) a seconda della data di apertura del rapporto pertanto, la giurisprudenza prevede la restituzione della differenza tra gli interessi convenzionali e quelli sostitutivi.

 

 

  1. CLAUSOLA C.D. TASSO FLOOR: questa clausola è presente in alcuni mutui a tasso variabile e impedisce al tasso di non scendere sotto una determinata soglia, mantenendo pertanto un vantaggio per l’istituto di credito che si assicura comunque un certo margine di guadagno.

Il Tasso Floor è paragonabile ad una “Opzione Floor” operazione quasi sempre effettuata in assenza di trasparenza in quanto al mutuatario dovrebbero essere sottoposte delle informative ben precise (operazione derivate) in fase di stipula ma trattandosi di mutui non vengono mai consegnate ed inoltre spesso generano dei costi occulti nel rapporto.

 

La presenza di tale clausola potrebbe comportare due diverse conseguenze:

 

  • Ricalcolo degli interessi senza tener conto del tasso floor
  • Ricalcolo degli interessi al tasso sostitutivo